FantaInter 20-21|guida al fantacalcio per tifosi nerazzurri

Terminata questa sessione estivo-autunnale di calciomercato è finalmente giunta l’ora della famigerata asta del fantacalcio, perlomeno per le pavide persone che non hanno avuto il coraggio e la faccia tosta di farla prima del 5 Ottobre (categoria nella quale alcuni di noi rientrano spudoratamente). Ovviamente non potevamo esimerci dal provare a fornirvi qualche consiglio in pieno stile InterGeeks sul come relazionarsi alla folta rosa interista durante l’asta, per cui non ci resta che cominciare, ricordandovi che la prima regola del buon fantallenatore è dimenticarsi a quale squadra appartenga il proprio cuore durante il componimento della sua squadra!

Portieri
Samir Handanovic è stato il portiere con la più alta percentuale di reti inviolate tra quelli con almeno 30 presenze durante la scorsa stagione (13 su 35 presenze, il 37,1%), ha anche parato un indimenticabile rigore a Muriel durante la sfida casalinga con l’Atalanta finendo la stagione con un computo complessivo di 1 rigore parato su 3 subiti, insomma il portiere perfetto per la vostra fantasquadra. O forse no?

Ci sono alcune motivazioni che ci spingono a porci questo dubbio, in primis il fatto che l’Inter del 2020/21 appare ad oggi una squadra più spregiudicata di quella dello scorso anno, quindi potenzialmente destinata a peggiorare il dato sulle reti subite a fine stagione (36 nella stagione 2019/20), in secondo luogo il fatto che i dati appena citati relativi alla scorsa annata potrebbero scatenare una pericolosa asta al rialzo per il portiere sloveno, asta al rialzo alla quale, almeno che non abbiate un bonus imbattibilità e un modificatore difensivo veramente allettanti vi sconsigliamo di partecipare.

Insomma, non possiamo certo dirvi che piazzare Samir tra i pali della vostra fantasquadra sia una mossa di per sé sbagliata, ma se volete avere qualche possibilità di arrivare agli attaccanti da chip leader cercate di non spenderci più del 5/6% del vostro budget complessivo, in caso le puntate varcassero questa soglia meglio fermarsi e optare per una scelta più economica.

Scheda rendimento di Handanovic.

Ah sì, Radu potrebbe ritagliarsi qualche presenza nel corso dell’anno, nel caso non la riteneste una cosa ovvia consigliamo di portarselo a casa per sicurezza, a prescindere da quali saranno le valutazioni che farete sui 3 portieri da mettere in rosa.

Difensori
Entriamo nel vivo del gioco. Il ventaglio di scelte possibili è piuttosto ampio, anche per il fatto che tutti gli esterni presenti in rosa, escluso il solo Perisic, vengono listati come difensori nella suddivisione fantacalcistica tradizionale (Classic, redazione Fantacalcio).

Partiamo dal totem difensivo della rosa interista, Stefan De Vrij; ha fatto registrare la media voto più alta tra i difensori centrali durante la scorsa stagione e anche a fantamedia si è difeso decisamente bene finendo in top 10 tra i difensori (quindi compresi gli esterni) con un bel 6,6 di FM; lui potrebbe essere il vostro top di ruolo se volete puntare forte sul modificatore tralasciando un po’ i bonus assist e gol (e comunque per lui 4 gol e 3 assist al termine della scorsa stagione, non esattamente pochi), entro il 6% del budget è indubbiamente un buon affare.

Scheda rendimento di De Vrij.

Discorso leggermente diverso per quel che riguarda gli altri due componenti teorici del terzetto difensivo titolare; Skriniar e Bastoni, oltre ad avere un rendimento tendenzialmente un po’ più ondivago rispetto all’olandese, potrebbero anche partire con meno frequenza dal primo minuto.

Hanno infatti dei giocatori importanti alle loro spalle (D’Ambrosio, Darmian e Kolarov) e sui quali Conte probabilmente farà spesso affidamento, motivo per cui, con il calendario stagionale così folto di impegni, potrebbero essere più soggetti al turnover rispetto al compagno olandese, anche perché il loro ruolo è leggermente più dispendioso fisicamente rispetto a quello del centrale.

Consigliamo di non andare oltre il 3% del budget con loro, al limite spingendo leggermente di più su Bastoni rispetto a Skriniar, essendo maggiormente sicuro della titolarità e stando a ciò che abbiamo visto lo scorso anno anche più incisivo in zona bonus.

Darmian, D’Ambrosio e Kolarov potrebbero essere tre colpi low cost interessanti per il completamento del reparto; probabilmente li vedremo in campo con una discreta frequenza pur non rientrando nella fascia dei titolari, in più D’Ambrosio e Kolarov si sono più volte dimostrati attivi anche per quel che riguarda i bonus; magari su loro due puntate qualche milione in più, ma ricordate di non svenarvi, sono pur sempre operazioni di completamento.

Anche Ranocchia a 1 potrebbe essere un bell’acquisto, perlomeno se credete nella cabala e volete portarvi a casa un talismano con la vostra ultima chiamata.

Veniamo ora ai pezzi più interessanti, Hakimi e Young. Il giocatore appena acquistato dal Real Madrid ha tutto per essere una macchina da bonus, speravamo di arrivare all’asta leggermente in sordina, ma purtroppo le prime due partite hanno già tolto i pochi dubbi che qualche vostro competitor avrebbe potuto serbare. Inutile dilungarsi più di tanto, è uno dei pochissimi difensori per i quali vale seriamente la pena di spingere sull’acceleratore, consigliamo di tentare il tutto per tutto almeno fino al 12% del budget, il gioco vale sicuramente la candela.

Discorso un po’ diverso per Young, ha già dimostrato durante la scorsa stagione di poter andare in bonus con discreta facilità, registrando tra l’altro la terza fantamedia più alta tra tutti i pari ruolo (con un campione di partite ridotto), ma sarà soggetto ad una maggiore alternanza campo-panchina rispetto al sopracitato, oltre ovviamente a performare su livelli più bassi, per cui non ce la sentiamo di investirci più di un buon 3%, se lo portiamo a casa bene, in caso contrario ce ne faremo una ragione.

Andamento bonus/malus di Young.

Centrocampisti
Il centrocampo dell’Inter di quest’anno è un reparto decisamente ostico fantacalcisticamente parlando, difficile prevederne le gerarchie e vista la mole di giocatori potenzialmente titolari non è da escludere che le rotazioni saranno frequenti, di fatto non andando a identificare nessuno come titolare inamovibile su cui puntare come top di reparto.

Proviamo comunque a ragionare in maniera abbastanza logica. In linea prettamente teorica Sensi ed Eriksen si alterneranno nell’11 di partenza e anche a gara in corso. Sono entrambi due scommesse, uno potrebbe incappare nuovamente nei problemi fisici che l’hanno martoriato durante la scorsa stagione, l’altro potrebbe non riuscire ad inserirsi nelle trame di gioco nerazzurre e, nella più disgraziata delle ipotesi, essere persino sacrificato a stagione in corso; il nostro consiglio è, se la vostra strategia pensata per l’asta ve lo permette, di acquistarli in tandem, magari ad un prezzo abbordabile sfruttando lo scetticismo degli altri concorrenti, se gira bene rischiate di trovarvi in rosa due portatori di bonus micidiali (lo scorso anno 3 gol e 4 assist in appena 12 partite per lo sfortunato Sensi), se va male cercate di non avere troppi rimpianti, quindi evitate di spenderci più di un 8/9% complessivo, ma se lo farete sappiate che vi capiamo, a volte al cuor non si comanda.

Discorso altrettanto complesso per Vidal, Barella, Brozovic, Gagliardini e Nainggolan; il più appetibile è probabilmente il cileno, nonostante l’età si ritaglierà molto spazio ed è il più incisivo in zona bonus, non pensate di pagarlo il 10% o più che potreste destinare al vostro primo centrocampista, ma può essere abbastanza tranquillamente tra i primi 3 centrocampisti più pagati della vostra rosa.

La stessa cosa non si può dire per Brozovic e Barella. Il croato potrebbe godere di un minutaggio inferiore rispetto alle scorse stagioni e, come se questo già non bastasse, la cosa un po’ ci preoccupa a livello caratteriale, temiamo possa patire un po’ il non essere più centrale come lo è stato negli ultimi 3 campionati.

Scheda rendimento di Brozovic

Discorso un po’ diverso per quel che riguarda il giocatore sardo, siamo fiduciosi del fatto che continuerà il suo percorso di crescita e che si manterrà altamente performante, ma, molto banalmente, non è un giocatore del tutto adatto a quel simpatico giochino che è il fantacalcio. Tende a prendere tanti cartellini (lo scorso anno 11 gialli in 27 presenze, veramente tanti per un centrocampista) e fa tantissimo lavoro sporco, tanto fondamentale nel mondo reale, quanto evanescente al fanta.

Scheda rendimento di Barella.

Per loro consigliamo di non spingervi oltre un onesto 2,5%. Cifra tutto sommato simile a quella che potreste spendere per il tanto bistrattato Gagliardini, a Conte piace e non è un mistero e, a ben guardare lo scorso anno è stato anche abbastanza efficacie in zona bonus (ok, lasciate perdere il Sassuolo), con un po’ di fortuna potreste anche acquistarlo per le classiche 2.000 lire e una gazzosa.

Il ninja, per quanto, lo sappiamo, affascini molti tifosi, non ce la sentiamo di pagarlo più del 2% del nostro budget, il suo ruolo in squadra è ad oggi tutto fuorchè chiaro, così come la sua tenuta fisica che negli ultimi 2 anni è stata piuttosto deficitaria. Almeno che non vogliate tenerlo come colpo in prospettiva (nella prospettiva che a Gennaio si sposti in Sardegna s’intende), sconsigliamo di inserirlo tra i primi 6 centrocampisti più esosi della vostra rosa.

Capitolo Perisic. Ivan è destinato a ricavarsi molte presenze nel corso della stagione, la concorrenza dal suo lato è bassa e le partite sono tante, il gioco di Conte può esaltare gli esterni come pochi altri in Serie A (lo scorso anno 2 gol e 6 assist per Biraghi), per cui se ci puntate i canonici 10 milioni (un indicativo 2% del vostro budget se giocate con i 500 milioni) probabilmente non ve ne pentirete, ammesso che non riesca a smentire la fiducia datagli da Conte in questa fase iniziale.

Attaccanti
Partiamo con il pezzo pregiato. Lukaku probabilmente continuerà a segnare tanto e non vediamo motivi per cui non dovrebbe essere così, per cui la questione è molto semplice, la concorrenza sarà efferata ma se potete permettervelo portatevelo a casa e sarà l’uomo di punta della vostra rosa.

A questo bisogna anche aggiungere che il suo sostituto designato sarà Pinamonti (intendiamoci, spesso vedremo anche la coppia Sànchez-Lautaro quando Romelu dovrà rifiatare) che teoricamente non vedrà molto il campo (e per il quale consigliamo di non spendere più del classico fantamilione della speranza a fine asta), motivo per cui l’ariete belga sarà titolare con grandissima continuità anche durante questa stagione senza patire troppo l’inevitabile turnover, nel caso ci fosse bisogno specificarlo.

Andamento bonus/malus di Lukaku

Situazione più delicata per quel che riguarda Lautaro Màrtinez; potrebbe essere il vostro top di reparto nel caso in cui gli eventi vi impedissero di inserire nella vostra squadra chi vi dà maggiori garanzie, certo dovrete sperare che faccia un upgrade realizzativo rispetto alla scorsa stagione, se va bene, e riesce a segnare una ventina di gol o quasi, vi sarete messi in rosa il vostro attaccante principale ad un prezzo che vi permetterà poi di formare un reparto di qualità, se va male rischiate di trovarvi senza il bomber che ogni buona fantasquadra necessita. Nel dubbio noi consiglieremmo di non spingersi, ipotizzando una situazione di asta ideale, oltre il 18/20% del budget.

Andamento bonus/malus Lautaro Màrtinez.

Alexis Sànchez può essere un elemento interessante da avere nel vostro parco attaccanti, con un po’ di fortuna potreste portarvelo a casa ad un prezzo inferiore al 10% del budget, forti del fatto che nelle gerarchie di squadra non è titolare, la realtà è che nel corso della stagione è molto probabile che accumuli parecchi minuti. Se avrete la possibilità di prenderlo al prezzo giusto difficilmente ve ne pentirete.

Buona asta a tutti!